Crescono i servizi di welfare per i somministrati

Supera 1 milione e 400 mila euro l’importo erogato da Ebitemp per i servizi di welfare nel periodo gennaio – marzo 2017. Ebitemp è l’Ente bilaterale per il lavoro temporaneo che svolge una funzione di tutela e protezione dei lavoratori in regime di somministrazione. L’Ente offre gratuitamente accesso a molteplici servizi. Nello specifico fornisce importanti prestazioni tra cui: misure a sostegno della maternità; corresponsione di una indennità integrativa in caso di infortunio; tutela sanitaria; accesso al credito attraverso l’erogazione di prestiti, etc…Per fare un esempio concreto di applicazione, con il contributo “asilo nido (madri)”, è prevista un’indennità fino ad un massimo di 100 euro mensili fino al terzo anno di età del bambino. Per ottenere il beneficio, la madre dovrà essere in corso di missione di durata pari o superiore a 7 giorni e avere un’anzianità lavorativa di almeno 3 mesi negli ultimi 12. Con l’implementazione di sistemi di welfare e l’erogazione di molteplici servizi (arricchita anche recentemente nell’offerta) i dipendenti somministrati sono ancora più tutelati rispetto al passato. Anche la conoscenza di questo strumento è sempre più diffusa. In questa prima parte del 2017, infatti, è stata registrata una crescita significativa delle richieste di prestazioni di welfare presentate ad Ebitemp. In particolare sono oltre 9.000 le richieste di prestazioni, con un aumento del 41,4% rispetto allo stesso periodo del 2016. Tra queste, il 12% riguarda le nuove prestazioni come il sostegno alla non autosufficienza; sostegno all’istruzione; contributo una tantum per adozione; contributo asilo nido anche per i padri lavoratori; integrazione contributo INPS per maternità obbligatoria; contributo per il trasporto extra-urbano. Fra le nuove prestazioni, il contributo per il trasporto extra-urbano è quello più richiesto con circa il 50%, seguono le richieste di buoni libri per i figli con il 39,4%. Quale la procedura di accesso alle prestazioni? I moduli per effettuare la domanda ad Ebitemp, ed il relativo elenco degli allegati da inviare, sono disponibili sul sito internet www.ebitemp.it/lavoratori/modulistica/. Sempre sul sito, è possibile creare l’account personale “Myebitemp” (inserendo il codice fiscale e creando una password d’accesso), utile quale supporto per la compilazione delle domande dei rimborsi e dei sussidi. Con la registrazione su “Myebitemp”, infatti, i dati anagrafici principali del lavoratore compariranno già compilati e il lavoratore dovrà completare solo le parti mancanti. Per ogni dubbio è attivo anche il numero verde 800.672.999 al quale i lavoratori possono rivolgersi per richiedere maggiori informazioni.

Ebitemp

Articolo a cura di Claudia Cavazzoni, C.E.O. di Archimede S.p.a. pubblicato sul quotidiano "La Voce di Reggio Emilia" il giorno 06 agosto 2017.