In Italia un nuovo impiego lo si trova soprattutto affidandosi alle agenzie del lavoro: lo dice il Sole24ore raccontando le nuove tendenze nella ricerca di lavoro da parte dei candidati.

Fino ad oggi il passaparola e la propria rete di conoscenze sono state le pratiche più diffuse nel Belpaese per cercare di cambiare le proprie condizioni lavorative. Le dinamiche del mercato del lavoro attuale, caratterizzato da un’ampia percentuale di lavoratori alla ricerca di nuove opportunità e da aziende che stanno cercando nuove risorse per il proprio organico, rendono necessario velocizzare il dialogo tra queste due realtà. Le agenzie per il lavoro, attori principali nella connessione tra lavoratori e aziende, sono diventate dunque la soluzione più adottata per la ricerca di una nuova occupazione in Italia.

I principali social e siti di ricerca lavoro, così come il passaparola e i servizi pubblici per l’impiego, seppur continuino ad essere importanti alleati nella ricerca del lavoro, si posizionano solo dopo le agenzie per il lavoro tra le abitudini delle persone.

I candidati alla ricerca di un nuovo o primo impiego prediligono le agenzie per il lavoro proprio per le loro caratteristiche principali: relazioni dirette con la moltitudine di aziende alla ricerca di personale, ampio ventaglio di scelta per chi sta cercando, garanzia del matching tra le esigenze dei lavoratori e delle aziende che li ospiteranno. Le agenzie per il lavoro, posizionandosi a metà tra chi offre e chi cerca un impiego, sono in grado di indirizzare al meglio ogni persona nel rispetto delle proprie esigenze e di quelle delle aziende, e per questo sono sempre più riconosciute come il metodo più efficace in questo processo.